mvp orizzontale  psm1 small  certified disciplined agilist mini  sixsigma yellow belt mini  mcpd agileiot logo  ac2 logo

  • Categoria: ALM
  • Scritto da Felice Pescatore
  • Visite: 1231

AgileIoT Kanban::Board

agileIoT kanban boardAbbiamo avuto già modo di presentare AgileIoT, un’approccio Agile per la gestione dei progetti legati al mondo dell’Internet of Things.

Il progetto, completamente open e rilasciato in chiave Creative Commons, su fonda su un Manifesto che ne illustra la filosofia, i principi e le pratiche. Insieme al Manifesto, è stato portato avanti lo sviluppo del Framework, un processo articolato per poter gestire in modo efficace i progetto.

Come l’Agile ci ha insegnato, però, le migliori soluzioni nascono dal campo e spesso è fondamentale disporre di un supporto meno strutturato che lasci spazio al team di auto-organizzarsi e “trovare la propria strada”.

Basandosi su queste considerazioni, nasce l’AgileIoT Kanban::Board, una personalizzazione dell’approccio Kanban in funzione del mondo IoT, che introduce due innovativi aspetti di visual management:

  • WorkPivot: che consente di passare dall’evidenza delle attività afferenti l’intero AgileIoT Team (verticali) a quelle del singolo Signal Temporary Team (orizzontali);
  • D-ARCH (Doing ARCH), in cui le attività (Slot) sono identificate in funzione della loro specificità (Hardware,Software e Cloud – asse verticale) associandole, contemporaneamente, all’ST2 (asse orizzontale) e al relativo Work in Progress limit (WIP-limit / WIP-l).

Nel complesso l’AgileIoT Kanban::Board si presenta simile a quella della figura seguente:

agileiot kanbanboard fullboard v01

AgileIoT Kanban::Board

In particolare il D-ARCH (ACHIEVE RAPIDLY CUSTOMER HOPES, ovvero centrare velocemente le aspettative del cliente) è il cuore pulsante dell’AgileIoT Kanban::Board, consentendo di mettere in evidenza le attività in essere e gli elementi “push” che ne cadenzano il ritmo.

agileiot kanbanboard darch v01

D-ARCH

Tale risultato si ottiene capovolgendo la vista d’insieme (da qui WorkPivot), spostando così il focus sull’attività dei singoli ST2 e creando una specifica caratterizzazione delle dimensioni Verticali ed Orizzontali:

  • Dimensione Verticale: evidenzia gli aspetti afferenti all’intero AgileIoT Team e al progetto in generale;
  •  Dimensione Orizzontale: evidenza gli aspetti afferenti ai diversi ST2.

Questo nuovo approccio ha arricchito direttamente anche il Manifesto, introducendo un quarto e fondamentale principio:

If you can't remember it, you can't improve it!

che pone in evidenza l’importanza di avere sempre e costantemente una visione d’insieme dello stato del progetto, avendo prontezza di eventuali problemi e colli di bottiglia che ne ritardano l’avanzamento.

Curiosi? Ebbene, se volete toccare con mano il tutto, venite a seguire il nostro workshop a BetterSoftware 2016.

Stay tuned!

Tagged under: agileiot,