xebir logo mvp orizzontale psm1 small  cdacda consortium  safe sixsigma yellow belt mini  mcpd agileiot logo  ac2 logo


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.felicepescatore.it/home/templates/gk_magazine/html/com_content/article/default.php on line 13

La congiunzione astrale dell’indipendenza del Verbo

Qualsiasi trasformazione richiede tre elementi fondamentali: tempobudgetsponsorship. Questo è un dato di fatto a prova di smentita, tant’è che il venir meno di uno di essi compromette fortemente, se non inesorabilmente, le possibilità di successo dell’azione intrapresa.

In particolare, è necessario riflettere molto sulla sponsorshipe capire se essa sia reale opportunistica:

  • la sponsorship è realequando gli sponsor sono i primi ad essere coinvolti nell’azione di trasformazione, calandosu di sé quando si sta sperimentando e accettandodi rimettersi in gioco, consci che il tutto possa portare un reale beneficio all’intera organizzazione. Bisogna essere convinti della necessità del cambiamento, unitamente ad una buona dose di umiltà e capacità di guardarsi intorno per capire se il percorso intrapreso sta portando benefici;
  • la sponsorship è opportunisticaquando non è minimamente sentita, ovvero quando si supporta un cambiamento solo perché “qualcuno lo ho detto o perché tutti lo fanno”. In tal caso si cerca di piegare la stessa ai propri interessi, intervenendo fortemente nelle diverse azioni al fine di plasmarle secondo le proprie necessità e mantenere la propria confort zone, eventualmente appuntandosi una nuova “etichetta” che però non modifica la sostanza. 

Come diceva Tancredi ne “Il Gattopardo”: Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi... e quindi bisogna fare molta molta attenzione nel rispondere rapidamente alla condizione che ci vede difronte ad una sponsorship opportunistica. 

lampedusa gattopardo

Purtroppo, è molto difficile riuscire inizialmente ad indentificare la specificità: solo il tempo ci da la possibilità di captarecapireed analizzarei segnali ed i fatti che possono portarci ad avere un’idea in merito. 

Un elemento che però è fortemente indicativo è l’Indipendenza degli Agenti di Trasformazione (o dei Coach se siete in chiave Agile), che devono potersi muovere calando sulle evidenze le azioni che ritengono più consone, dando messaggi chiari che evidenzino sempre quale sia l’obiettivo ideale e quali, invece, sono i compromessi da accettare per cominciare ad innescare il cambiamento e generare miglioramenti.

Guai se i messaggi sono “tarati” sui desideri dello sponsor: in questo caso non stiamo solo dicendo addio al nostro “viaggio”, ma anche alla credibilità stessa dell’approccio che stiamo proponendo. Nessun commento superfluo è ovviamente utile per definire chi si presta a tale azione.

Se si verifica una congiuntura astraleche allinea tutti questi elementi, il risultato ultimo si sintetizza con una frase che purtroppo si sente non di rado: “Agile non funziona!”che di per sé è priva di significato essendo Agile un mindset formato da Valori e Principi e non da processi che invece vanno contestualizzati… …nel modo giusto.

Stay tuned J