Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.felicepescatore.it/home/templates/gk_magazine/lib/menu/GKBase.class.php on line 114

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.felicepescatore.it/home/templates/gk_magazine/lib/menu/GKHandheld.php on line 76
PMI Disciplined Agile: l’evoluzione in corso – pt.2
Logo

PMI Disciplined Agile: l’evoluzione in corso – pt.2

Nel precedente post abbiamo cominciato a parlare di come Disciplined Agile si stia rapidamente evolvendo per rispondere sempre più adeguatamente alla sfida di sviluppare la Business Agility all’interno di contesti enterprise.

Dopo aver visto l’evoluzione del toolkit in termini di aree di riferimento, diamo uno sguardo a quelle che sono le novità rispetto ai Process Blade, ovvero i nuovi Blade introdotti e le modifiche apportate a quelli esistenti.

Ricordiamo che i “Blade” sono delle aree di operatività auto-consistenti che interessano azioni specifiche, come ad esempio IT ed HR. Il nome deriva dalla similitudine con i Blade Server (computer server) pensati per essere auto-contenuti e sostituibili all’occorrenza, in perfetta sintonia con il principio “Choice is Good”.

Partiamo dall’evoluzione dei Balde esistenti, sintetizzata dalla figura seguente:

da new blades1

Process Blades evolutions

Come avevamo già accennato nel precedente post, la modifica più evidente è rispetto a DAD che smette di essere un layer e diventa un Process Blade di Disciplined DevOps. La modifica è naturale e dovuta, in linea con l’evoluzione attuale dello sviluppo IT, chiarendo inoltre un punto ambiguo della rappresentazione precedente.

Le altre evoluzioni sono:

  • Governance, frutto della fusione tra IT Governane (leadership, strutture organizzative e semplificazione dei processi) e Control (collaborazione con le aziendali);
  • Information Technology, che raccoglie le specificità del precedente layer DAIT; 
  • Vendor Management, sostituisce e rende attuale le funzionalità di Procurement;
  • Program Management, non subisce modifiche di sostanza (per ora) ma viene spostato a livello di Value Stream, mentre prima era identificato come un lifecycle in DAD;
  • Asset Management, che estende le azioni di riuso a 360gradi, inglobando il precedente Reuse Engineering.

Per quando riguarda i nuovi Blade, abbiamo invece:

da new blades2

 New Process Baldes

  • Research & Development, dedicato alle attività di R&D e in gestazione da oltre un anno;
  • Strategy, basato su Brightlinee finalizzato a supportare gli executive nel colmare il divario tra pianificazione strategica e delivery;
  • Transformation, per il supporto al cambiamento organizzato e fusione dei relativi aspetti di DA, Flex e Brightline.

Come si può intuire molte cose sono in evoluzione e le chiariremo nelle settimane a venire, mentre nel prossimo post daremo uno sguardo all’evoluzione e combinazione di Flex con i diversi Process Blade.

 

Stay tuned J

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.