Project Management o Product Management? Lifecycle Toolkit – pt.3

Riallacciandoci alla necessità di contestualizzare le proprie scelte, come evidenziato nel post precedente, viene lecito chiedersi come andare ad operare con maggiore confidenza la scelta del lifecycle (o approccio) operativo.

Ebbene, possiamo identificare una serie di approcci di riferimento che portano ad un bouquet di opzioni che può variare in modo rilevante in funzione delle caratteristiche del progetto, prodotto e dei vincoli relativi.

In linea generale si possono identificare cinque famiglie di lifecycle:

lifecycle tableLifecycles, adattato da Project Management Institute, Agile Practice Guide, Project Management Institute

Ciascuno di questi lifecycle specializza la gestione dei requisiti, la pianificazione, le stime e l’esecuzione dei lavori, così come riassunto nell’immagine seguente:

lifecycle rangesLifecycles ranges - A Guide to the Project Management Body of Knowledge (PMBOK® Guide)—Sixth Edition

Per poter caratterizzare i diversi cicli di vita, viene qui definito il Lifecycle Toolkit (LT), che si basa su cinque aspetti caratterizzanti: Context, Metrics, Roles, Events e Tools, andando ad esplicitare quanto operativamente è necessario per implementare adeguatamente i lifecycle selezionato, nonché come supportarne l’applicazione.

lt toolkit

Lifecycle Toolkit (LT)

Facciamo un esempio prendendo il lifecycle Agile, per il quale si ha la declinazione seguente:

lt agile

Come si vede, utilizzando questo sistema (di cui presto pubblicheremo una sorta di libro bianco) è possibile aiutare nelle scelte relative al lifecycle (o ai lifecycle) più adatto, senza nessun pregiudizio (bias), ma basandosi su quanto è oggettivamente necessario per poter utilizzare il lifecycle specifico che più si adatta (si riveda il Diagramma di Stacey) all’ambito attenzionato, valutando se il contesto specifico è adeguato per esso.

Stay tuned 

agileiot logo  ac2 logodac dac dacdac dac psmii psmii safesafe cal1 less certazure fundamentals
mvp reconnect